martedì 4 marzo 2008

Risotto con broccoli fiolari di Creazzo e grotte di Montegalda

"Un risotto realizzato con ingredienti semplici o ricchi è comunque una bontà. La sua preparazione è abbastanza impegnativa ma riesce a stuzzicare quasi ogni palato. Nonostante sudore ed energia depauperati durante la cottura, offre non poche soddisfazioni a chi lo realizza. Come procedere per un’esecuzione che lo renda sublime? Portare a cottura un risotto è come comporre un’articolata sinfonia, perché, alla fine, tutti gli ingredienti dovranno essere in armonia fra loro" (Alberto Salarelli)




Ingredienti
per 4 persone
- 300 g di riso vialone nano di Grumolo delle Abbadesse
- 400 g di broccolo fiolaro di Creazzo
- 100 g di Grotte di Montegalda
- 800 ml di brodo vegetale
- 30 g di burro
- 2 scalogni
- olio E.V.O.
- sale e pepe

Procedimento
Mondare e lavare accuratamente i broccoli fiolari, avendo l'accortezza di eliminare la parte più coriacea dei gambi. Suddividerli in "fioi" (= figli).
Tuffare i "fioi" in una pentola di acqua bollente salata,, sbollentarli per 5 minuti, quindi scolarli e tritarli grossolanamente (a parte 4 "fioi" per la decorazione del piatto).
Mondare e tritare finemente gli scalogni e farli appassire in una casseruola con poco olio E.V.O.. Aggiungere il riso e farlo tostare per qualche minuto.
Aggiungere progressivamente il brodo bollente, secondo la classica procedura del risotto e cucinare per 10 minuti.
Aggiungere i broccoli tritati e portare a cottura aggiungendo progressivamente il brodo.
Togliere dal fuoco e mantecare col burro e il Grotte di Montegalda, precendemente fatto a dadini (tenerne da parte una decina di dadini).
Servire immediatamente, decorando il piatto con il "fiolo" tenuto da parte.

Nessun commento: