mercoledì 11 giugno 2008

Polpette di melanzane

"se/nel giardino sono fioriti i girasoli,/la fontana mette voglia di bere,/il ronzìo della trebbiatrice è nelle aie,/per la pioggia il cielo tuona e lampeggia,/allora è giunta l'estate" (R. Pezzani)


Mia madre non aveva e non ha un repertorio di ricette molto vasto. Sa fare decorosamente alcune cose e fa quelle. Le mie figlie aggravano la situazione: dalla nonna vogliono sempre la minestra con le farfalline, il pollo arrosto e le patate. Quindi ogni volta che siamo a pranzo da lei il menu è pressoché standard.
Dicevo che mia mamma aveva poche ricette particolari e quella delle polpette di melanzane era una di queste. L'aveva trascritta durante una allora rarissima (anni sessanta, un solo canale) trasmissione televisiva in cui venivano date ricette di cucina.
A me piaceva da impazzire.Mi ricordo che quando le faceva mangiavo solo queste, non volevo niente altro, per poterne mangiare di più. Peccato che mia mamma odiasse e odi friggere, per cui le faceva raramente.
Quando sono stata in grado di maneggiare una padella per frittura la ricetta è passata di mia competenza, per aumentarne la frequenza, visto che le mie magrissime sorelle schifiltose la mangiavano volentieri. Così ho memorizzato la ricetta. E se all'inizio la eseguivo pedissequamente, man mano che prendevo consapevolezza culinaria ho cercato di correggere laddove risultava un po'... imperfetta.

Per qualche misterioso mistero piace incredibilmente ai bambini, benché le melanzane siano una verdura difficile. E quindi è una risorsa per incrementare le verdure nel loro piatto.

É la ricetta che lascio per l'estate, prima della sospensione "forzata" dalla mia quotidianità.


Ingredienti
1 kg di melanzane tonde
1 uovo grande
2 hg di formaggio fondente (fontina, caciotta, scamorza...) - se le fate come secondo potete anche aumentare a 250 g
50 g di formaggio grana grattugiato
3 o 4 fette di pane carrè
pane grattugiato q.b.
sale e pepe
olio per friggere

Con questa quantità vengono una dozzina di polpette grandi.


Procedimento

Lavare e spuntare le melanzane. Quindi cuocerle in uno dei seguenti modi:

Metodo tradizionale
Cuocere le melanzane intere a vapore, finchè non sono tenere (premendole con una forchetta, cedono)

Con il microonde
Mettere le melanzane intere nel microonde e cuocerle a massima potenza per 10-15 minuti finchè non sono tenere.

[L'importante è cuocere le melanzane intere affinchè, col primo metodo non assorbano troppa acqua, o, con il secondo, non ne perdano troppa.]

Lasciarle intiepidire, quindi targliarle a cubotti e tritarle abbastanza finemente a coltello o - in alternativa - nel robot.
Aggiungere al trito di melanzane l'uovo, il formaggio grattugiato, sale e pepe q.b. e il pane carrè privato della buccia e tritato abbastanza finemente (io lo metto nel robotino e trito fino ad avere un briciolame non finissimo, ma abbastanza sottile). La quantità di pane varia seconda della quantità di acqua contenuta nelle melanzane; per cui regolatevi nell'aggiungerlo: mettetene fino a che l'impasto ha una consistenza abbastanza sostenuta, tale che vi permetta di farne polpette.
Mescolare bene, affinchè tutto l'impasto sia uniforme.

Ridurre a cubetti il formaggio fondente e aggiungerlo all'impasto.

Fare delle polpette: grandi come una noce se usate come stuzzichino o antipasto, come un pugno se come contorno o secondo. Impanarle con il pane grattugiato.
Friggerle in abbondante olio caldo e farle asciugare su carta da cucina.
Lasciare riposare qualche minuto prima di servire, aggiustandole eventualmente di sale.

14 commenti:

Lo ha detto...

sono andata a vedere i siti che mi hai segnalato e ti devo far ei miei complimenti!!! ho trovato cose bellissime...l'idea del mars homemade mi ispira parecchio!!! anche l amia gnoma si mangia le melanzane solo se nascoste in polpette o impanate...ma non cisarai per un po'?
uhhhhhhh
grazie mille un abbraccio

Cristina ha detto...

grassie :-P
pure le mie puzzole se imbrogliate bene mangiano le verdure altrimenti poco (a parte insalata e carote)... dobbiamo studiare il metodo giusto

eh... io ho le ferie obbligatorie per due mesi e mezzo, senza adsl e con un portatile - solo per le emergenze - che va a carbonella... sob!

Lo ha detto...

uhhhhhhhh e quando parti???
prova con le puzzole: alternare stato di zucchine tagliate per lungo, parimigiano e pangrattato, in forno per 20\25 minuti o al micro per 15....qui se li sbaffano!!!

Cristina ha detto...

parto forse il fine settimana,se il tempo è decente; se è brutto temporeggio (con mia gioia)

mmmmm... idea interessante da tentare pure nell'incubo non attrezzato che chiamano cucina nella casa del mare... smack!

Lo ha detto...

cavoli però un po' ti invidio...vivere al mare...però dvrei portarmi tutto il pollaio dietro...compreso galletto e gatto...
uhhh prima di partire, s ene hai voglia e tempo, consigliami un'altra torta da fare...la tua semplice è ottima, ma oramai ho già fatto tutte le varianti! io vorrei provare con una allo yogurt, tipo 7 vasetti, insomma...io voglio usare yogurt e ricotta non burro e olio... giuro ch epoi non ti stresso più! ;)

Cristina ha detto...

Prova a vedere se questa fa al caso tuo
www.kucinare.it/user/ricetta.aspx?idricetta=554

e non stressi, anzi...

Lo ha detto...

ma grazi emilla...la torta mi sembra perfetta...diminuirò lo zucchero....al max 150gr non di piùùùùùùù!!! sei un tesoro buona serata

Cristina ha detto...

La "proprietaria" della ricetta non ama le cose molto dolci, quindi magar assaggia prima...
Poi voglio la foto, oh! Se vedo ti dico se puoi migliorare qualcosa.

P.S. Guarda il blogroll ;-)

Mariluna ha detto...

Ciao, Cristina..vengo dal sito di Fiordisale e già mi sono appropriata di questa ricetta...anche mia mamma le fa buonissime , ora provo la tua e spero che i miei critici personali (figli)...l'approvino anche loro mangiano le verdure quand sono ben nascoste...alla fine riconoscono l'intrusione..ma solo alla fine quindi ne deducono che poi non sono cosi' malvagge...buone vacanze e a presto...:)

Cristina ha detto...

Benvenuta Mariluna.
Sono felice per la tua visita.

marcella candido cianchetti ha detto...

che favolosa ricetta da conservare e fare da buona sicula amo le melanzane ciao

salsadisapa ha detto...

da urlo... adoro le melanzane: aspettavo con ansia la stagione giusta :-D senti ma... le potrò fare al forno secondo te? purtroppo non amo il fritto... grazie!

Cristina ha detto...

Sì, si può fare al forno. Devi solo badare che l'impasto sia ben sodo, perchè non si disfi; quindi eventualmente aumenta un o' il pane carrè.

Benvenute.

Lo ha detto...

uhh Cristina che emozione e che bella sorpresa...nel blgoroll! Grazie...accidenti ma ora mi parti...guarda ch eti apsetto, nè!!!baciozzo