sabato 27 settembre 2008

Una torta più grande? o più piccola? con una tortiera quadra? Nessun problema: il "convertitorte" le sistema

"Viva la mamma/viva le donne con i piedi per terra/[...]/Viva la mamma/[...]/indaffarata sempre e sempre convinta/a volte un po' severa." E. Bennato

Sono mamma di creature in carne e ossa, ma mi sento anche un po' mamma (fiera) di una sciocchezza che circola in rete da alcuni anni in alcuni casi "autorizzato" in altri meno (qualcuno è pure riuscito a togliere il © col mio nome che era scritto sopra...) .

Almeno che una povera prof di mate, che ha "torturato" un bel po' di alunni con le proporzioni, che sembrano così inutili, e con il calcolo di volumi, anche quelli mica tanto simpatici soprattutto se ci son cerchie e sfere..., metta a frutto questo "tormento", per qualcosa di dolce!
Va bene anche per chi si ricorda entrambi ma non ha voglia di fare i calcoli ad uno ad uno...

Il "convertitorte" (lo chiamiamo così?) è un pezzo che è qui di fianco tra i link, ma magari a qualcuno è sfuggito...
Questo "convertitorte" permette di modificare automaticamente la quantità degli ingredienti per fare una torta più grande o più piccola della misura per cui è scritta una ricetta o per farla quadrata o rettangolare.
É un semplice programmino, anzi, per la precisione, un foglio di calcolo di Excel, quindi potete aprirlo solo con questo programma o con programmi che possano leggerne il formato. Basta inserire il diametro di partenza e quello che si vuole realizzare e i pesi degli ingredienti nelle apposite caselle. Poi fa tutto da solo.
É già scritto"1" come diametro di partenza (per non farvi spaventare sui risultati che darebbero #DIV/0, se non c'è un numero nella casella), ma lo potete tranquillamente sostituire. Una piccola macro, tramite un tasto, cancella i dati immessi, per metterne di nuovi (e mette "1" sul diametro originario per il motivo indicato prima), per cui date "accetta macro" se avete impostato questa protezione.
Per le teglie rettangolari basta inserire le misure e le "trasforma" in una equivalente teglia rotonda. Però se avete tortiere di forme strane, cuori, orsi, pagliacci... lì si può fare ben poco, se non utilizzare il metodo empirico di riempirle d'acqua e vedere a che tortiera più o meno corrispondono...
Il foglio è protetto quindi non dovreste fare danni casuali.
In ogni caso le istruzioni sono scritte anche sul "programmino".
Io ho assunto come "postulato" che le tortiere abbiano tutte più o meno un'altezza simile. Se una tortiera è significativamente più bassa di quella usata normalmente, tenetene conto.

Allora se vi piace l'idea, ecco il convertitorte


Nota bene: Quella che trovate qui è la versione più completa, aggiornata e corretta. Diffidate dalle imitazioni.

16 commenti:

Lo ha detto...

tu sai che con i miei casini da torta, le torte basse le torte alte...e tutta la confusione da gallina con quel convertitore mi salvi???? e ora so a chi chiedere cosa succede ad uan vasca dove entra acqua calda ma c'èun buco ed esce l'acqua e io ti sti problemi non ho mai capito nulla!!! Un bacione e auguri per la cervicale!!!

Cristina ha detto...

Uh, ecco... fai le torte bene e non pensare alle vasche, che manco a me sono mai stati simpatici quei problemi: che avevano? da calcolare la bolletta? non si faceva prima a chiamare l'idraulico? :-P
Però se proprio devo risolverli, son qua: magari lo fo rilassata in vasca, così mi si "smolla" un po' la cervicale ;-)... Ah l'età!

Carmine Volpe ha detto...

complimenti hai un blog molto interessante mi piace molto

Cristina ha detto...

Grazie. É piccolino, ma ci tengo che sia fatto bene.
Ho visto anche i tuoi... mmmm... molto interessanti.

Laura ha detto...

Grazie Cristina, l'ho trovato e, se non ti dispiace, segnalerei questo e toglierei l'altro collegamento.
Che ne dici?
Grazie ancora

Cristina B. ha detto...

Fai come preferisci, Laura. Se pensi che sia più semplice per chi lo scarica venire qui nel caso avesse problemi e volesse chiedere delucidazioni, metti pure questo link.
p.s. vedo che hai trovato il blog giusto ;-)

Laura ha detto...

Sì Cristina, è stata dura ma ce l'ho fatta.
Faccio così: lascio quello che ho messo e inserisco anche il collegamento al tuo blog. Grazie ancora Liliumbel.
Ciao da Laurapi

Lucrezia ha detto...

ciao Cristina,grazie per l'aggiornamento!

Violetta ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Violetta ha detto...

Buongiorno. Ho tentato di utilizzare il convertitore, ma per esempio, inserendo 200 in FARINA, mi dice che la tabella è di sola lettura.

Come posso fare?

Mille grazie.

Cristina B. ha detto...

Cara Violetta, probabilmente lo hai solo aperto (e quindi messo in sola lettura) invece lo devi salvare sul tuo PC; una volta fatto, lo puoi aprire con Excel o Open Offfice Calc o altri programmi simili; in quel caso funziona.
Se hai altri problemi, fammi sapere.

Violetta ha detto...

Mi prostro e mi dolgo.

Ella ha ragione in pieno.

Violetta.

Cristina B. ha detto...

Sa com'è... io lo facetti ;-) :-P

nonna papera ha detto...

idea grandiosa! grazie!

Arianna Frasca ha detto...

Finalmente ho trovato il link originale per ringraziarti "di persona". Ma lo sai che ci sono tantissime copie del tuo lavoro in giro? Quanta disonestà che circola sul web. Meno male che ti ho trovata! Grazie ancora, molto utile!!

Cristina B. ha detto...

@ Arianna, grazie del ringraziamento. Mica è da tutti farlo.
Che è scopiazzato in giro lo so; purtroppo chi sa un po' smanettare riesce a togliere le protezioni... Pazienza, il web ha moltiplicato i copioni e i millantatori, ma cadranno prima o poi dal pero, se si chiedono spiegazioni...