venerdì 24 ottobre 2008

Cavolo cappuccio (o verza) al forno

"Dal glauco e pingue cavolo si toglie/e fugge all'olmo la pampinea vite,/ed a sé, tra le branche inaridite,/tira il puniceo strascico di foglie./[...]Ma, nobil vite, alcuna gloria è spesso/pur di quel gramo, se per lui l'oscuro/paiol borbotta con suo lieve scrollo;/e il core allegra al pio villan, che d'esso/trova odorato il tiepido abituro,/mentre a' fumanti buoi libera il collo." G. Pascoli





Penso che sia difficile trovare una ricetta più facile, più semplice e più veloce.
Penso sia quasi esagerato chiamarla ricetta.

Fatto sta che una sera, in cerca di una soluzione rapida ed efficace per ammanire un cavolo fuori dai soliti modi, ho provato a farlo così, ispirandomi al radicchio (quando non è Treviso tardivo) al forno: chiffonade, condita rapidamente con olio sale e pepe e via in forno.
E siamo - tutti - rimasti piacevolmente sorpresi dal risultato.
Il cavolo (ma anche la verza, senza differenze), sa poco di... cavolo: non puzza nè cucinandolo nè servendolo; non è vagamente indigesto, come lo è spesso sia da crudo che da cotto... piace persino alla figlia più sospettosa. E allora perché non farlo? Mica serve sempre alta cucina per essere soddisfatti e rimpinzati.

Ingredienti
per 4 - 6 persone
 
1 cavolo cappuccio (verde o viola) o un cavolo verza
qualche cucchiaio di olio E.V.O.
sale e pepe q.b.

Procedimento
 
Togliere le 2 foglie esterne del cavolo o  della verza e tagliarlo a metà (per controllare se ci sono... ospiti indesiderati).
Risciacquare velocemente sotto l'acqua corrente (alcuni dicono che non è necessario, ma io preferisco sempre farlo) e sgocciolare quanto più possibile.
Ridurre la parte fogliosa in chiffonade, condirla a crudo con olio, sale e pepe
Cuocere in forno preriscaldato, per circa mezz'ora a 180 gradi, su una teglia larga in modo da avere uno strato poco spesso. mescolando a metà cottura.
Se volete usare il microonde. potete mettere al 40% di potenza combinato con il grill; in questo caso basteranno una ventina di minuti, sempre mescolando a metà cottura.
E' pronta quando lo vedete leggermente brunito e un po' croccantino (cosa che lo rende molto gradevole).


4 commenti:

Lo ha detto...

wow questa lo faccio di sicuro..il cavolo cappuccio c'è sempre dentro il frigo! io lo mangio crudo in insalata o stufato in padella...l'ultima volta con lo zenzero è diventato il ripieno per i ravioli al vapore! un bacione

Cristina ha detto...

ok e io aspetto di vedere se gli gnomi l'hanno gradita... fammi sapere :*

reverso_2007 ha detto...

Ciao...scusami se ti scrivo su questo post per proporti uno scambio link..!
Complimenti per il blog...io adoro la buona cucina!!
http://archimede2008.blogspot.com
Grazie fammi sapere...!!

Cristina ha detto...

Reverso... ho guardato il tuo blog. 1 molto carinom, ma ho i miei dubbi che possiamo avere un tipo di utenza comune. Non so quanto potrebbe essere utile a entrambi scambiarci i link.