sabato 13 dicembre 2008

Tonno alle erbe mediterranee

"Tu che dal tuo monte Elicona/ conduci all’uomo la rapita vergine,/ cingi le tempie dei fiori/ di soave maggiorana odorosa,/ e preso il flammeo vieni/ qui lieto con candido piede/ nel sandalo color di rosa." G.V.Catullo

Due figlie, due mondi diversi. Su questo non c'è mai stato dubbio.
D'altra parte non mi sarebbe nemmeno piaciuto che una fosse il "clone" dell'altra.
Ma se due mondi vogliono dire anche due gusti diversi a tavola, per una mamma la faccenda si complica. Soprattutto se poi si vuole non aprire un ristorante ogni sera, così da fare una miriade di piatti diversi, magari tra una corsa e l'altra a recuperarle in palestra o dalle amiche.

Però a me così è capitato. Soprattutto per quanto riguarda i piatti di mare.
Una ha assemblato tutti i geni "lagunari" presenti in famiglia (la maggioranza) e mangerebbe qualsiasi cosa abbia vissuto nel mare. L'altra ha pescato (quasi un 'ossimoro!) i pochi geni montanari sparsi nel DNA famigliare e odia qualsiasi cosa abbia avuto pinne, branchie e affini, preferendo salsicce, speck e formaggi di montagna.
Però mamma con pazienza cerca sempre qualcosa che possa andare bene a tutte - se mai si può - e qualcosa si trova.

Ho provato con questa ricetta. Mi sembrava adatta a chi ama sapori più "terrestri", visto che le erbe aromatiche come l'origano, la maggiorana e il timo, si sposano bene anche con le carni. Ma il loro crescere meglio sotto il profumo della salsedine, mi dava anche l'idea di uno sponsale con sapori più marittimi.
Il tonno, con la sua carne rossa e saporita, forse poteva essere amato (visto che nelle salse per altro piace alla "montanara"). E cotto giusto quel che basta per perdere la sua... pesciosità, forse poteva essere degno di entrare nel piatto della montanara.

Così ho provato. La "marinara" ha detto: "divino!", bontà sua. La "montanara" è rimasta un po' perplessa, ma il non sapere troppo di pesce e la marinatura in erbe l'ha spinta a mangiarne almeno un po'. Chissà che un passo alla volta, arriviamo a farla scendere dai suoi monti di salsicce e polenta, almeno ogni tanto...


Ingredienti
come antipasto per 6 persone
come secondo per 3 persone

450 g circa di tonno in tranci, pulito dalla pelle e da tutti gli scarti
½ cucchiaino di origano
½ cucchiaino di foglie di timo (meglio se fresco, ma può andare bene anche secco)
½ cucchiaino di foglie di maggiorana (meglio se fresca, ma può andare bene anche secca)
1 cucchiaino di pepe misto in grani
olio e.v.o.
sale


Procedimento

In una pentola ampia, cuocere a vapore i tranci di tonno, disposti in un solo strato. Ci vorranno circa 5 o 6 minuti, dipende anche dallo spessore del trancio; il cuore del trancio deve appena aver perso il rosa.
Spegnere il fuoco e lasciare riposare coperto per una decina di minuti.
Tritare le erbe aromatiche (se fresche).
Disporre i tranci in un piatto abbastanza fondo, salarli, cospargerli col pepe e le erbe. Irrorarli di olio, quanto basta perchè vi siano immersi. Rigirarli bene (attenzione sono fragili - si vede dalla foto, quindi fatelo con delicatezza, soprattutto se volete servire il trancetto intero) perchè si insaporiscano, coprire con la pellicola e lasciare raffreddare.

Una volta freddi, rigirarli ancora bene nell'olio, quindi metterli in frigorifero ben coperti di pellicola per almeno mezza giornata, meglio se per un giorno intero.
Togliere dal frigorifero mezz'ora prima di servire, decorando a piacere.



La ricetta in versione stampabile

3 commenti:

Lo ha detto...

ma se tu sei la mamma dal brodo perfetto....eheh pensa che io ho gli stessi due tipi in una figlia sola...le piace il sapore del pesce, ma teme di morire per le lische...la tua idea può essere un'ottima proposta pregnoma! un bacio

Cristina ha detto...

Anche la mia puzzola "marinara" ha paura delle spine, ma la voglia di mangiare pesce vince quasi del tutto la paura (fa sempre fare un controllo di sicurezza a tutti i commensali adulti :-P).
Il tonno è sicuramente "sicuro" solo una grossa lische ed enormi - ma rade - spine, quindi eliminabili al momento della preparazione.
Moooooolto meglio della scatoletta ;-)

Gunther ha detto...

un bel modo per cucinare il tonno insieme con le erbe aromatiche