mercoledì 2 novembre 2011

Halloween 1: dita di strega

"Quanti orrori attorno a te!/ Senza ribrezzo che vita è?/ Tutti qui/ Viviamo così/ Nel paese di Halloween" da This is Halloween Nightmare before Christmas


  • Avviso n°1. 
So che Halloween è passato, ma io i dolci li ho preparati il 31 ottobre, mica posso pubblicarli prima...

  • Avviso n° 2
Questa sarà una breve serie in tre parti, tanti sono i tipi di dolcetti che abbiamo preparato

  • Avviso n°3
Non sono una fan di Halloween, soprattutto del suo aspetto commerciale. Ma se la si lascia quello che è sempre stata nella sua origine, una festa per bambini, per demonizzare i "cattivi" dell'immaginazione, e se può diventare un momento per divertirsi (sottolineo divertirsi) semplicmente insieme, allora ci sto.

I dolcetti li abbiamo preparati noi tre puzzole - madre e cucciole (oddio una cucciola ormai mi supera di un tot in altezza... ma facciamo finta di nulla) - divertendosi e ridendo per due ore e mezza insieme. E questo è stato il bello della faccenda.

L'altro aspetto divertente è  che mentre poi i bambini del nostro condominio (noto anche come kibbutz: facciamo un sacco di cose insieme e c'è sempre qualcosa di qualcuno a casa di qualcun altro) sgranocchiavamo con nonchalance le dita, gli adulti le guardavano sospettosi e tendenzialmente inorriditi. E per fortuna non ci ho fatto decorazioni sanguinolente! I più coraggiosi, che le hanno addentate, hanno comunque apprezzato

In rete si trovano un sacco di ricette di queste dita. Fondamentalmente si possono fare con qualsiasi impasto di biscotto che regga un po' di manipolazione. L'aspetto halloweenesco è dato dalla forma non dalla sostanza...




Dita di strega (o forse di zombie)

Ingredienti  
300 g di farina autolievitante
130 g di zucchero
65 g di burro
1 uovo
latte q.b.
sale
mandorle sbucciate

facoltativo
marmellata di fragole o lamponi
colorante alimentare rosso



Procedimento
Unire alla farina il burro a temperatura ambiente, lo zucchero e l'uovo. Impastare, aggiungendo se necessario, qualche cucchiaio di latte.

Dividere l'impasto in pezzi della grandezza circa di una noce e formare dei rotolini di 1 cm scarso di diametro (aumentano in cottura) e della lunghezza di un dito. Stringerlo un po' a livello delle articolazioni e segnarle con qualche riga fatta con uno stuzzicadente (le nostre sono un po' sparite cuocendo... pazienza). Mettere sulla punta una mandorla per simulare l'unghia, inserendola bene nell'impasto.

Cuocere in forno a 180° per 15 minuti circa. Non fare scurire.Non rimuoverli dalla placca finchè non sono freddi.

Per un effetto più macabro, una volta raffreddati, è possibile intingere la parte "mozzata" in un po' di marmellata di fragole o lamponi e colorare l'unghia con colorante alimentare rosso.

Con lo stesso impasto è possibile modellare delle ossa.



Per stamparla o per farne un pdf... 

1 commento:

lea ha detto...

Son troppo belli, li preparerò alle bimbe per una merenda un pò diversa. Buona serata